Cerca

Domenica 24 Settembre 2017 | 05:22

riconoscimento

Ai «Teatri di Bari»
il premio nazionale
Cultura di gestione

augusto masiello

Augusto Masiello

BARI - Con il progetto di raccolta fondi «Operazione Robin Hood», i Teatri di Bari sono risultati vincitori del VII Premio Cultura di Gestione – Sezione Impatto Sociale promosso da Federculture, Agis, Alleanza Cooperative Italiane Turismo e Beni Culturali e Forum del Terzo Settore: il premio è stato consegnato ieri sera al Teatro Comunale dell’Aquila. Oggi so terrà invece la Prima conferenza nazionale dell’Impresa Culturale, con la partecipazione – tra gli altri – di Antimo Cesaro, Sottosegretario di Stato Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo; Irene Manzi, Commissione Cultura Camera dei deputati; Loredana Capone, assessore all’Industria turistica e culturale della Regione Puglia e Giovanna Melandri della Fondazione MAXXI.

L’«Operazione Robin Hood» è un’azione di raccolta fondi, rivolta alle imprese e ai singoli, proposta per le stagioni teatrali dedicate alle famiglie nei Teatri di Bari e per il Festival di Teatro ragazzi Maggio all’infanzia. Il progetto si inserisce in un rapporto che lega da sempre Teatri di Bari e le imprese del territorio alle scuole, alle famiglie con lo scopo di rendere questo legame più forte e duraturo: sensibili e attente le imprese pugliesi hanno ben compreso che non ci può essere sviluppo economico senza sviluppo culturale e in tale direzione hanno sposato l’iniziativa.

Il progetto, premiato proprio «per il forte e significativo impatto sul territorio e sulle periferie», è finalizzato a garantire la partecipazione culturale di bambini e famiglie che altrimenti non avrebbero accesso per difficoltà economiche, distanza sociale e territoriale.

«Con questa azione le aziende del territorio sono chiamate a partecipare a quello che è un vero e proprio percorso di inclusione, portando assieme a noi il teatro alla sua vocazione originaria, quella cioè di essere piazza, luogo di incontro» spiega Augusto Masiello, presidente dei Teatri di Bari. «Il Premio al nostro lavoro arriva a pochi giorni dal rapporto Symbola sullo stato della cultura in Italia. Un rapporto che purtroppo vede ancora una volta il Sud Italia in stato di arretratezza per investimento e ricadute economiche, ma che comunque rintraccia delle eccellenze nel nostro territorio. Questo nostro riconoscimento è certamente motivo d’orgoglio, felice eccezione in un panorama ricco, ma complesso. In tale situazione è evidente come sempre più il privato e il pubblico debbano correre insieme, in maniera complementare e con l’ausilio/guida proprio del lavoro di noi operatori culturali, chiamati in prima linea a stimolare e sollecitare dialogo e incontro».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400