Cerca

musica e spettacoli

Alta Murgia, al via
un mese di concerti
(tra bici e band)

taranta, pizzica

di ALDO LOSITO

Le colline, i colori ed i profumi della Murgia sono il naturale palcoscenico della quarta edizione di «Suoni della Murgia nel Parco». Il progetto si svilupperà dal 10 giugno al 10 luglio e nasce dall’incontro tra il Parco Nazionale dell'Alta Murgia e l'associazione culturale Suoni della Murgia. L'idea è quella di riportare il piede al passo sulle pietre e sui tratturi della Murgia, recuperando quel rapporto ancestrale con la terra, i silenzi, i paesaggi e le voci della natura viva, ormai persi con la frenetica modernità.

«L’unione tra musica, cultura, paesaggio ed enogastronomia rende questa rassegna come unica per tutto il Mezzogiorno d'Italia – spiega il direttore artistico, Luigi Bolognese -. Puntiamo a portare sulla Murgia tutta la musica del mondo. Un format simile in Italia esiste già da vent'anni con “Suoni dalle Dolomiti”. Noi al posto delle montagne abbiamo le colline, con il Castel del Monte che ci rappresenta in tutto il mondo».

Proprio il maniero federiciano di Andria ha ospitato ieri mattina la presentazione della manifestazione, che prevede dieci eventi musicali (divisi tra la sera e l'imbrunire) in dieci località differenti delle province di Bari e Bat, un reading letterario, cinque percorsi guidati e due cicloturistiche. Tutti gli appuntamenti in programma sono gratuiti e saranno raggiungibili esclusivamente a piedi ed in bici, accompagnati nel percorso dal punto di raccolta al luogo dell'evento dalle guide del Parco. In questa edizione è stata posta un'attenzione particolare ai gruppi pugliesi, con l'orchestra La notte della Taranta (11 giugno), la Banda adriatica (25 giugno) e Redi Hasa con Maria Mazzotta (1 luglio) che sono tre diverse sfaccettature della salentinità. Spazio anche alla musica della terra di Bari con il gruppo Terrae (15 luglio) che porterà uno spettacolo su Pablo Neruda e poi un trio di chitarristi per la Notte delle chitarre (24 giugno). Si esibiranno anche due gruppi storici della musica popolare italiana: da una parte I Viulan (8 luglio) che porteranno le musiche dell'appennino toscano ed emiliano e dall'altra i Musicanti del piccolo Borgo (9 luglio) con i quarant'anni di musica etnica dell'Italia centro meridionale. Il programma prevede anche i concerti di Michel Balatti Trio (10 giugno) e Filippo Gambetta (2 luglio). Ci sarà un ospite straniero come lo sciamano del Togo, Arsene Duevi, che parlerà (16 luglio) attraverso la musica della sua esperienza in Italia da straniero. Infine il reading di Ettore Castagna (16 luglio) sul libro Del sangue e del vino.

«Non è solo un evento ma una idea di sviluppo eco-sostenibile e di turismo compatibile – aggiunge il vice presidente del Parco dell'Alta Murgia, Cesareo Troia -. L'attenzione alla ruralità resta tra le priorità del Parco ma cerchiamo di mettere in contatto la gente con la natura. Il nostro obiettivo è quello di portare turisti sul nostro territorio. Basta vedere la cicloturistica che collegherà Matera con Castel del Monte».

In 100 appassionati delle due ruote partiranno domenica 11 giugno dalla città lucana, per percorrere i 70 km che portano al castello federiciano, guidati dal campione Maurizio Carrer e dagli esperti ciclisti della Eurobike.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400