Cerca

Sabato 21 Ottobre 2017 | 19:52

a mattinata

L'abbazia di Monte Sacro
«ritrova» il suo sentiero

Abbazia di Monte Sacro a Mattinata

di FRANCESCO TROTTA

MATTINATA - Buone nuove per la storica abbazia della santissima Trinità di Monte Sacro, la vetta più alta del Gargano orientale a nord di Mattinata (874 metri sul livello del mare, dista in linea d’aria poco più di 5 chilometri), sede di un monastero benedettino dal VI al XIII secolo dopo Cristo, che grazie all’impulso dell’abate e letterato Gregorio che vi costituì una vasta biblioteca, divenne uno dei più importanti centri culturali della Puglia del Medioevo. Nell’ambito di un progetto di valorizzazione del sito sono terminati i lavori che hanno permesso il recupero del sentiero di accesso all’abbazia e la creazione di una cartellonistica descrittiva lungo il percorso.

Domani mattina alle 12 in località Stinco, ai piedi di Monte Sacro, è in programma la conferenza stampa di presentazione del progetto realizzato. L’intervento è stato finanziato in seguito al risultato raggiunto dall’abbazia nell’ambito della sesta edizione de «I luoghi del cuore», quando nel 2012 conquistò il 3° posto grazie alla mobilitazione di 50.071 cittadini che votarono con passione questo luogo affinché fosse conosciuto e protetto. Ciò spinse il Fai (fondo ambiente Italia) ad incentivare il percorso di valorizzazione dell’intero sito, già avviato dall’amministrazione comunale.

A seguito di quel censimento, Fondazione e Intesa Sanpaolo, stanziarono successivamente un contributo di 30mila euro, con il quale è stato poi possibile procedere appunto ai lavori di recupero del sentiero di accesso e alla realizzazione della relativa cartellonistica didattica. L’importante risultato è stato conseguito non solo grazie al fattivo contributo di Fai e istituto di credito, ma anche grazie alla collaborazione del Comune di Mattinata, del parco nazionale del Gargano e del consorzio di bonifica montana di Gargano. Alla manifestazione prenderanno parte il presidente del parco Stefano Pecorella; il presidente regionale Fai-Puglia Dino Borri; il capo delegazione Fai di Foggia Nico Palatella; Rocco Ricciardi direttore filiale Intesa Sanpaolo Manfredonia; il sindaco di Mattinata Michele Prencipe; e il progettista dei lavori Giovanni Russo del consorzio di bonifica montana del Gargano. Durante l’incontro verranno illustrati i lavori realizzati. Successivamente sarà possibile una passeggiata lungo il sentiero appena recuperato e oggetto dei lavori con arrivo finale sull’altura del Monte Sacro, dove sarà inevitabile una visita guidata ai ruderi, che ancora resistono all’usura del tempo, dell’omonima abbazia.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400