Cerca

Sabato 21 Ottobre 2017 | 05:17

iniziativa fai

Il ponte romano
sull'Ofanto, primo
«Luogo del cuore»

ponte romano sull'Ofanto

CANOSA DI PUGLIA (BARLETTA - ANDRIA - TRANI) - Il Ponte romano sul fiume Ofanto, risalente al I-II secolo, sul territorio di Canosa di Puglia, a nord di Bari, si è classificato al primo posto in Puglia e all’ottavo in Italia tra i «luoghi del cuore» del Fai, il Fondo per l’ambiente.
«Esprimo 25.863 grazie, tanti quanto sono stati i voti che il Ponte romano ha totalizzato in tutta Italia - ha commentato il sindaco di Canosa di Puglia, Ernesto La Salvia - perché il Ponte romano sull'Ofanto ha da sempre rappresentato uno dei nostri elementi identitari, oltre a essere stato per secoli via di comunicazione indispensabile per collegarci al resto della regione, elemento che lo ha tenuto in vita in questi quasi due millenni, sia pure con trasformazioni e restauri».
«La mia speranza - conclude il sindaco - è comunque che l'interesse non si fermi al Ponte romano visto che gli altri siti archeologici canosini non hanno certo minor importanza storica, si pensi a San Leucio, agli scavi di Santa Sofia o alle terme Lomuscio, per i quali molto andrebbe fatto e certamente con maggiore urgenza».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400