Cerca

Venerdì 18 Agosto 2017 | 20:09

magia volo

Con il deltaplano
per i cieli della Bat

deltaplano su Barletta

di GIUSEPPE DIMICCOLI

«La mia passione per il volo nasce per caso. Amore a prima vista. Dopo aver visto veleggiare un paio di deltaplani nella campagna cuneese in Piemonte dove insegnavo. Da quel momento ho sognato di realizzare il progetto nella nostra provincia». Brillano gli occhi a Paolo Defazio, insegnante di educazione fisica 40enne barlettano purosangue, quando racconta come è nata la realtà della «Bat Fly». Una associazione no profit che da statuto promuove la cultura del volo ed è composta da piloti e non appassionati di volo.
Anche Cosimo Damiano Alfarano, di professione impiegato e amico di volo di Paolo, è un pilastro di questa associazione nonchè presidente. Lui è arrivato a questo meraviglioso sport avendo sempre sognato di volare sin da piccolo facendo poi del volo una delle sue maggiori passioni.

«Non appena rientrato in Puglia nel 2008 con Cosimo abbiamo costituito l'associazione di volo “Bat Fly” con sede operativa in meraviglioso campo volo nei pressi della Fiumara - ha proseguito Paolo -. Un campo volo effettivo riconosciuto dall' Enac (Ente Nazionale per l'Aviazione Civile n.d.r.) e autorizzato dall'aeroporto militare di Amendola».
Paolo e Cosimo, con grande passione e forti di una volontà capace di andare oltre gli ostacoli della burocrazia, hanno creato una realtà che è un fiore dell’occhiello del territorio.
Intatti, proprio per questo, Paolo aggiunge: «Barletta e il territorio oggi può vantare un campo volo dove tutti i piloti di ultraleggeri possono utilizzare come scalo nei tour volanti».
Volando sul deltaplano è possibile monitorare attentamente quello che accade sul territorio sottostante e pertanto è opportuno annotare che la «Bat Fly» si contraddistingue per la professionalità e versatilità nella collaborazione con enti comunali Provinciali regionali e nazionali per il monitoraggio ambientale.

Ma non è tutto. Infatti, il gran cuore di Paolo e Cosimo, ha permesso anche ai diversamente abili di vivere delle emozioni incredibili. Sono stati realizzati dei voli speciali per queste «persone speciali».
«L'emozione più grande la proviamo quando abbiamo l'onore di portare in volo i disabili perché mettere le ali fa impazzire proprio tutti - hanno riferito questi due angeli del volo -. Osservare i loro voti e sentirli emozionati è un dono di Dio che ci gratifica e ci fa apprezzare questo nostro meraviglioso hobby. A Manfredonia durante le feste natalizie ci ha invitato e abbiamo atterrato vestiti da Babbo Natale. Tutti sono impazziti dalla gioia». Non di rado volano coppie di sposi e chiunque voglia provare questa ebbrezza.

Quando è possibile volare? «Non si può sempre. Noi piloti siamo in grado di fare previsioni per volare in sicurezza - ha precisato Cosimo -. È nostra abitudine quando voliamo con chi vuole vivere questa esperienza condividere questo momento perché come sempre mi ha detto il mio istruttore “è molto più bello restare per terra e avere un gran voglia di volare... che volare e aver un gran voglia di atterrare..."».
Per chi volesse prendere contatti con la associazione consulti la pagina Facebook «Batfly» o 3282219751 oppure 3891185076.

Volare per credere, il racconto del cronista tra cielo e nuvole.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400