Cerca

Giovedì 23 Novembre 2017 | 10:32

corato

L'alberghiero
«sfornerà»
anche pasticceri

L’Ufficio scolastico regionale ha infatti appena autorizzato la scuola coratina ad avviare il nuovo indirizzo «prodotti dolciari artigianali ed industriali» e il corso serale per esperti di enogastronomia

pasticceri, pasticceria

di GIUSEPPE CANTATORE

CORATO - Dal prossimo anno scolastico l’istituto alberghiero della città «sfornerà» anche abili pasticceri. Aumentano le opportunità di formazione offerte dal professionale «Luciano Tandoi» nel settore agroalimentare. L’Ufficio scolastico regionale ha infatti appena autorizzato la scuola coratina ad avviare il nuovo indirizzo «prodotti dolciari artigianali ed industriali» e il corso serale per esperti di enogastronomia. Materie, queste, che si aggiungono alle già rodate «enogastronomia», «accoglienza turistica» e «servizi di sala e bar» presenti nell’istituto ormai da tre anni.
«Viviamo in una società caratterizzata dall’incertezza, nella quale si è costretti a cambiare lavoro più volte e a riqualificarsi» afferma il dirigente scolastico dell’istituto, Angela Adduci. «L’aggiornamento continuo dei saperi è indispensabile e per questo risulta ancora più doveroso da parte della scuola garantire allo studente e futuro lavoratore, il giusto passaporto per questo mondo».

In particolare il corso serale per adulti appare fondamentale per dare la possibilità ai meno giovani di rimettersi in gioco in un settore in continua espansione. «L’istituto - continua la dirigente - assume l’educazione degli adulti come un intervento non più di tipo soltanto risarcitorio, ma anche e soprattutto come una nuova opportunità per chi intenda acquisire le competenze necessarie per potersi misurare con una società che cambia nei contesti sociali, nei sistemi di comunicazione e nell’innovazione tecnologica».

Scommettendo sull’agroalimentare, il «Tandoi» negli ultimi anni ha di fatto raddoppiato i propri iscritti passando, per quanto riguarda strettamente l’indirizzo alberghiero, dai cinquanta studenti dell’anno scolastico 2013/14 ai cento di quello in corso. «Siamo partiti tre anni fa con una sola classe e oggi ne contiamo ben dieci - precisa ancora la dirigente - senza contare che in vista del prossimo anno le iscrizioni hanno già raggiunto un numero notevole. Una crescita continua supportata anche dalle numerose aziende cittadine che sin dal primo momento hanno creduto in questo corso di studi - conclude Angela Adduci - fornendo materiale didattico e aiutando i ragazzi a conoscere da vicino le materie prime del territorio».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400