Sabato 21 Luglio 2018 | 21:40

LETTERE ALLA GAZZETTA

L’albero di bottiglie di plastica a Otranto

Ci andrei piano ad esultare per l'albero (si fa per dire, come forma) di Natale realizzato a Otranto con 4 mila bottiglie di plastica e accompagnato da una certa abusata retorica ecologista. Ci trovo poco da esultare non solo per l'antiesteticità dell'opera ma anche perchè non può essere considerato un "monumento al riciclo e allo smaltimento corretto dei rifiuti" o al "rispetto per l'ambiente" come invece sostenuto dai promotori.

Le bottiglie a feste finite dovranno essere comunque smaltite in qualche modo e purtroppo a tutt'oggi non ci e' dato ancora sapere che fine faccia la plastica raccolta dai Comuni con la differenziata. Bruciata negli inceneritori? Spedita in Cina come materia prima? L'albero di Otranto più che un (brutto) monumento al riciclo mi pare un monumento al consumo, spesso ingiustificato, di acqua minerale. Mentre intanto si fa ben poco per promuovere l'uso dell'acqua del rubinetto o l'utilizzo delle cosiddette Case dell'acqua.

A Bari ad esempio l'hanno sistemata, praticamente nascosta, in estrema periferia. La plastica andrebbe drasticamente ridotta e non solo differenziata e poi non-riciclata.

Franco Prisciandaro (Bari)

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

GDM.TV

Bari, avvistato grosso topo a Pane e Pomodoro: tranquilli è una bufala

Bari, avvistato grosso topo a Pane e Pomodoro: tranquilli è una bufala

 
Locorotondo, così il suocero tentòdi uccide il genero: «Sei morto»

Locorotondo, così il suocero tentò di uccidere il genero: «Sei morto»

 
Faida garganica, omicidio in pieno giorno a San Ferdinando

Faida garganica, omicidio in pieno giorno a San Ferdinando

 
Bari, donna prigioniera del fuoco in casa. le grida di aiuto

Bari, incendio e paura a Japigia. Le grida, il salvataggio e le testimonianze

 
Bari ai baresi

Bari ai baresi? I sogni e le voci dei biancorossi

 
Maxi sequestro a Lecce

Lecce, maxi sequestro di anabolizzanti: 500mila pasticche in un garage VIDEO

 
Commento fallimento Baricalcio di Fabrizio Nitti

Nitti (Gazzetta): «Troppo tardi. Evidenti colpe di chi ha gestito»

1commento

 
La sciarpata, l'inno, l'emozioneSulle note si «insegue un sogno»

La sciarpata, l'inno, l'emozione. Sulle note si «insegue un sogno»

 

PHOTONEWS