Cerca

Mercoledì 13 Dicembre 2017 | 23:48

Lettere alla Gazzetta

C’era una volta il primo giorno di scuola...

Il primo giorno di scuola in prima media mi sono sentito davvero grande: addio cartella in similpelle, finalmente portavo i libri legati con la cinghia! Un oggetto che negli anni ‘60 e ‘70 era un cult. Ce n’erano di tutti i colori, alcune erano strette di gomma con la chiusura a incastro, altre più larghe erano elasticizzate, e sulle fibbie che le racchiudevano c’erano foto di cantanti, calciatori, spesso una scritta. Naturalmente per essere alla moda dovevano essere imbrattate con scarabocchi e disegni. In realtà erano piuttosto scomode, si entrava in classe col braccio indolenzito, i libri si sfilavano e quante volte cadevano sulla strada bagnata! Spesso si usavano come fionde e per darsi cinghiate tra compagni, chi aveva la cartella era out. Quanto erano lontani gli zaini superlusso rigorosamente firmati!

Michele Massa, Bologna

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400