Cerca

Domenica 22 Ottobre 2017 | 04:59

Lettere alla Gazzetta

Le opposte visioni sul mestiere della pornostar

A Pomeriggio Cinque è stato trasmesso il filmato di una nota pornostar che andava in giro svelando la sua identità i e chiedendo a sconosciuti passanti la loro opinione su di lei, specificando che prima di diventare pornoattrice aveva due lavori sicuri e bene avviati. Dunque la sua scelta di diventare pornostar è stata voluta e consapevole.
Gli sconosciuti si dimostravano cortesi e tolleranti, mentre un paio, un ragazzo e una ragazza, in tempi diversi, commentavano la scelta delle pornostar come: "Grande1".
Da studio, le opinioni sono state differenti.
La conduttrice, Barbara D'Urso, di solito equidistante, ha detto che per i suoi figli maschi preferirebbe una fidanzata farmacista, o commessa, piuttosto che pornostar.
Una bionda attrice, anche showgirl, in collegamento da studio, assimilava la qualifica di pornostar a una forma di prostituzione.
Da queste poche disamine, emergerebbe un giudizio: l'attività, professione o carriera di pornostar sarebbe tollerata o addirittura gradita dal pubblico, mentre giudicata male o criticata proprio da chi svolge la propria attività nell'ambito dello spettacolo.

Romolo Ricapito, Bari

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400