Cerca

Sabato 21 Ottobre 2017 | 23:23

Lettere alla Gazzetta

Funziona sempre l'esca delle notizie «pruriginose»

Da due o tre anni la figlia di una popolare attrice italiana, attrice anche lei, ma con meno successo, spopola o spopolerebbe sui social network con provocazioni attinenti il nudo, l'uso di oggetti in chiave erotica e quant'altro.
Tali provocazioni, regolarmente documentate da siti giornalistici nazionali, continuano, sempre sulla stessa falsariga. Parrebbe quasi che tale vip tragga ispirazione dalla letteratura erotica famosa, quella internazionale, da Histoire d'o a Cinquanta Sfumature,
Ma nonostante ciò, l'effetto è sempre più sterile. Ossia, non arrivano nuovi ingaggi.
Epperò è arrivata puntuale l'intervista del famoso Cruciani della «Zanzara» in radio.
Ora il problema è che tanto va la gatta al lardo che ci lascia lo zampino. La suddetta attrice dal nome esotico non ha inventato nulla e si è ritagliata uno spazio, per quanto esiguo e discutibile, nel panorama della stampa nazionale.
Stampa che però usa determinate notizie «pruriginose» per farle cliccare come news di contorno.
La tristezza della situazione è che io ormai, come tanti altri, saltiamo puntualmente gli articoli dedicati a questa «voce poco fa» del cinema, che non fa più cinema, né tv, né teatro e che sopravvive con questo suo teatrino personale, per la gioia ormai di pochi fans.

Romolo Ricapito, Bari

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400