Cerca

Lunedì 18 Dicembre 2017 | 13:58

Lettere alla Gazzetta

Caso Xylella di male in peggio

Si sapeva che la Xylella avrebbe prodotto i danni che ha prodotto. Eppure la politica e la Regione Puglia in particolare hanno fatto di tutto per impedire che il flagello fosse contrastato. Maledetti voti.
Per colpa dei calcoli elettorali si è impedita la realizzazione del piano Silletti che prevedeva, dietro cospicuo indennizzo, l’abbattimento degli alberi infetti. Si è preferito dare ascolto alla piazza e all’ambientalismo più radicale.
Oggi le conseguenze sono sotto gli occhi di tutti.
Il virus prosegue la sua marcia in tutta la Puglia mettendo a rischio le coronarie di tutti gli agricoltori che credono nell’ulivicoltura.

Onofrio Grandolfo, Fasano (Brindisi)

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400