Cerca

Martedì 24 Ottobre 2017 | 04:10

La tragedia della 15enne

Ischitella, lacrime e palloncini
per Nicolina: 1000 ai funerali

Oltre mille persone hanno affollato la chiesa di San Francesco a Ischitella, dove il parroco don Dino Iacovone ha officiato il rito funebre per Nicolina Pacini, la 15enne uccisa con un colpo di pistola in pieno volto dall’ex compagno della madre, Donatella Rago. Tantissime le persone che sono rimaste fuori dalla chiesa, con numerosi ragazzi venuti a portare l’ultimo saluto a Nicolina.
Con i genitori, i nonni e il fratellino di Nicolina sono presenti alle esequie, fra gli altri, il presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano, il sindaco di Ischitella, Carlo Guerra, autorità civili e militari, sacerdoti, bambini e ragazzi, molte famiglie. Grande emozione e grande partecipazione da parte di tutti i convenuti, arrivati anche dai comuni vicini.

«Per la seconda volta, in una settimana, la nostra Puglia è stretta in un abbraccio di dolore: prima i funerali di Noemi, a Specchia, nel profondo Sud; oggi quelli per Nicolina. Una terra che ci invidia il mondo, in cui alla luce splendida delle sue albe, si alterna l’oscurità della violenza; alla bellezza dei suoi paesaggi, l’orrore per questi crimini; alla santità che ha benedetto questa nostra diocesi, con san Michele Arcangelo e con San Pio da Pietrelcina, di cui oggi ricordiamo la festa liturgica, il terribile peccato del femminicidio». Lo ha detto nell’omelia don Dino Iacovone, parroco della chiesa di San Francesco d’Assisi a Ischitella.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione