Cerca

Giovedì 19 Ottobre 2017 | 18:09

Provvedimento del Noe

Cerignola, rotto e difettoso
sequestrato il depuratore
«Schiuma in acque di scarico»

Il provvedimento dopo due anni di di indagini partite su segnalazione dei cittadini che lamentavano cattivi odori

I Carabinieri del Noe, unitamente ai militari di Cerignola, hanno sequestrato questa mattina l'impianto di depurazione comunale delle acque reflue che si trova in località San Lorenzo. I sigilli sono scattati dopo un provvedimento di sequestro preventivo disposto dal gip del tribunale foggiano dopo due anni di indagini (da maggio 2014 a febbraio 2016) svolte assieme ai tecnici dell’Arpa Puglia, in seguito a numerose segnalazioni provenienti dalla cittadinanza che lamentavano la presenza di cattivi odori su tutto il territorio.

Dalle ispezioni effettuate è effettivamente stata riscontrata nelle acque di scarico la presenza di schiuma e torbidità, oltre al malfunzionamento della linea di trattamento dei fanghi, con alcuni componenti impiantistici completamente in disuso. Il depuratore sequestrato rimarrà comunque in funzione per evitare ulteriori criticità nei confronti della cittadinanza, con l’imposizione di effettuare i previsti lavori di ripristino entro i prossimi sei mesi.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione