Cerca

Venerdì 24 Novembre 2017 | 14:07

Scoperta della Gdf

A Cellamare macello e caseificio
abusivi. «Antibiotici agli agnelli»

Trovati potenti farmaci per uso umano, sequestrate anche 900 chili di forme di ricotta e pecorino in pessime condizioni igieniche

Un macello clandestino con annesso caseificio (anch'esso abusivo) è stato scoperto a Cellamare dai finanzieri della tenenza di Mola all'interno di un casolare attiguo a un'azienda di allevamento di ovini e caprini. L'intervento dei militari, alle prime luci dell’alba, ha permesso di scongiurare la macellazione clandestina di numerosi agnelli e bloccare l’illecita attività di caseificazione in corso rinvenendo 458 forme di ricotta e formaggio pecorino per un quantitativo di oltre 900 chilogrammi disposti su scaffali per la stagionatura e pronti per essere venduti.
Il casolare si presentava in pessime condizioni igienico-sanitarie, ed ancora più inquietante è stato il ritrovamento di potenti antibiotici scaduti per uso umano e zootecnico illegalmente detenuti unitamente a numerose siringhe monouso.
Le operazioni effettuate in collaborazione con il Servizio Veterinario dell’Asl di Bari Sud si concludevano con il sequestro penale dei prodotti caseari e dei farmaci e la denuncia a piede libero del titolare dell’azienda all’Autorità giudiziaria di Bari. L’attività del caseificio è stata sospesa.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione