Cerca

Martedì 22 Agosto 2017 | 16:39

A Foggia

Brucia cavi di rame rubati
a Ferrovie: preso un romeno

Un cittadino romeno di 37 anni è stato arrestato dagli agenti del Compartimento Polfer di Foggia mentre sguainava alcune centinaia di medtri di cavi di rame. L'uomo, in compagnia di un complice che è riuscito a fuggire, è stato bloccato in un'area dismessa di via Trinitapoli dove erano intenti a bruciare cavi di rame.
La refurtiva, in parte, era all'interno di una Ford Mondeo, ed era costituita da trecce di alta tensione e barre di rame utilizzate nelle cabine elettriche. Queste ultime, in base ai primi accertamenti, erano state rubate all'interno della struttura Imc della stazione ferroviaria di Foggia, mentre le trecce dell'alta tensione provenivano quasi certamente dalla nuova linea ferroviaria Foggia-Benevento.
Il temoto di sguainare i cavi di rame e bruciarli (mettendo a nudo il metallo) è un sistema utile a ostacolare la provenienza (Enel, Telecom, Rfi, ecc). Gli agenti hanno rinvenuto e sequestrato numerosi arnesi utilizzare per tranciare i cavi.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione