Cerca

Biancorossi sconfitti 2-0

Il Cagliari festeggia
a Bari la promozione in A

I sardi nella massima serie con due turni di anticipo. Strada in salita per i playoff, In 30mila al San Nicola

BARI -  Giù il cappello davanti al Cagliari, dominatore nella notte del San Nicola che avrebbe dovuto lanciare in orbita il Bari. Sardi in A con due turni di anticipo e con il marchio della nobiltà ben cucito sulle maglie Il Cagliari espugna e illumina di rossoblù il San Nicola: battendo con un netto 3-0 il Bari, davanti a 31mila spettatori, la squadra di Rastelli ritorna matematicamente nella massima serie, dopo solo un anno di purgatorio. L’undici sardo ha interpretato con grande lucidità la sfida e ha approfittato cinicamente dell’errore di Defendi per passare in vantaggio al 23' con Joao Pedro. Il raddoppio in avvio di ripresa (al 3') con Farias, finalizzatore di un contropiede da manuale, mentre il gol che ha chiuso i conti è arrivato nel finale (al 43') Cerri. Il Bari ha spinto con determinazione e poche geometrie nella ripresa, colpendo anche un palo al 36' con De Luca. Al quarto d’ora della ripresa il centravanti dei pugliesi Maniero ha riportato una distorsione alla caviglia destra ed è uscito in barella.

Festa sugli spalti per il centinaio di sostenitori del Cagliari: nel settore ospiti hanno esposto lo striscione «Grazie Mister» per ringraziare della promozione Rastelli. Zero-tre e tutti a casa, due mesi dopo l’ultima sconfitta (Chiavari), tre mesi dopo l’ultima battuta d’arresto interna targata Crotone. E adesso la strada che conduce ai posti pregiati con vista sui playoff si fa ancora più dura. (foto Luca Turi)

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400