Martedì 14 Agosto 2018 | 16:21

Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno

nella riserva

Scarichi abusivi nel Canale Reale scoperti e sequestrati dalla polizia ambientale di Brindisi

BRINDISI - Gli scarichi di una porcilaia che finivano nel canale reale, una discarica a cielo aperto abusiva di circa 700 metri quadri, una buca costruita nel terreno per bruciare rifiuti e un casolare in cui era accatastato ogni genere di scarti e immondizia. È la scoperta fatta dalla Guardia Costiera nell’ambito dei continui controlli sugli illeciti perpetrati a danno dell’ambiente e, in particolare a tutela dell’ecosistema marino e del relativo habitat nella «Riserva Naturale dello Stato ed Area Marina Protetta» di Torre Guaceto.

Il personale del Nucleo operativo polizia ambientale (Nopa) sezione di Brindisi, sotto il coordinamento della Procura della Repubblica, hanno individuato e messo la parola fine a diversi illeciti in materia ambientali perpetrati da un titolare di un’azienda agricola in località Apani nei pressi del Canale Reale, sita nel Parco naturale di Torre Guaceto.

A seguito di una lunga attività di indagine svolta dal Nopa, lungo la foce del Canale Reale, è stata scoperta, a monte della condotta di scarico del depuratore consortile, ad una distanza di poco meno 200 metri, uno scarico abusivo, ben occultato, usato poche ore prima dell’arrivo dei militari nell’area indagata. Da una prima analisi dello stato dei luoghi, i militari hanno rilevato nelle estreme vicinanze, la presenza di acque ristagnanti, dall’odore tipico di escrementi di animali e scarti di cibo allo stato di putrefazione, presumendo che la condotta proveniva da una masseria presente in zona, distante dalla tubazione circa 150 metri, dove, da un primo esame visivo, compiuto dall’esterno, si supponeva vi fossero degli animali.

Informata l’Autorità giudiziaria, il sostituto procuratore Raffaele Casto, ha assunto il coordinamento delle indagini, disponendo la perquisizione della masseria. Durante la perquisizione, veniva individuava esternamente alla masseria, una struttura di circa 80 metri quadri (15 metri x 5 metri) realizzata con tufi, cemento adibita a ricovero di animali detta «porcilaia». All’interno della porcilaia era stata realizzata un tubazione di scolo dei liquami prodotti dagli animali presenti, congiunta a un sistema di collettamento interrato ben occultato, per mezzo di un tubo di pvc, che collegava per una lunghezza di circa 70 metri, senza soluzione di continuità, il ciclo di produzione del refluo proveniente dalla porcilaia fino alle acque superficiale del Canale Reale, che successivamente sfociava in piena Zona «A» dell’Area Marina Protetta di Torre Guaceto. Durante l’ispezione condotta anche con la collaborazione con il personale dell’Arpa Puglia Dap di Brindisi, inoltre, i militari del Nopa hanno riscontrato nei terreni di pertinenza della masseria in questione, ulteriori difformità.

Area Marina Protetta Torre Guaceto, di, Riserva Naturale Torre Guaceto, 72012 Carovigno BR, Italia

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

ALTRI ARTICOLI DALLA SEZIONE

Fotografa il lato B di tre ragazzine in un centro commerciale, denunciato

Fotografa il lato B di tre ragazzine in un centro commerciale, denunciato

 
Cocaina

Nascondeva la cocaina nella cappa della cucina: un uomo è ai domiciliari

 
Latiano, marocchino violento ignora i divieti e semina danni e paura: in carcere

Latiano, marocchino violento ignora i divieti e semina danni e paura: in carcere

 
Tuturano, scoperto il libro mastrodelle «consegne»: in cella pusher

Tuturano, scoperto il libro mastro
delle «consegne»: in cella pusher

 
Brindisi, la città diventa come la foresta amazzonica

Brindisi, la città diventa come la foresta amazzonica

 
Brindisi, sequestrate 22 tonnellate di pellet spacciato per made in Italy

Brindisi, sequestrate 22 tonnellate di pellet spacciato per made in Italy

 
Brindisi, volo Ryanair da incubo: arriva l'interrogazione parlamentare

Brindisi, volo Ryanair da incubo: arriva l'interrogazione parlamentare

 

GDM.TV

Bari, «scompare» l'aereo rumeno: a rischio le vacanze in Grecia

Bari, sparisce il jet rumeno: addio alle ferie in Grecia

 
Ponte crollato a Genova, le immagini dall'alto

Ponte crollato a Genova, le immagini dall'alto

 
«Oh mio Dio», il terrore in diretta

«Oh mio Dio», il terrore in diretta dei testimoni

 
Genova, apocalisse sull'autostrada: crolla un ponte, giù oltre 100 metri. Auto e persone sotto le macerie

Genova, apocalisse sull'autostrada: crolla un ponte, 20 morti e feriti. Quattro estratti vivi
«Oh, mio Dio!»: terrore in diretta | Video dall'alto

 
Commemorazione fratelli Luciani, il video

Mafia, a un anno dalla tragedia la cerimonia a San Marco in Lamis

 
Brindisi, l'aereo-forno di RyanairMalori a bordo. «Bloccati sulla pista»

Brindisi, l'aereo-forno di Ryanair
Malori a bordo. «Bloccati sulla pista»

 
Prof. Gesualdo: «Primo trapianto al mondo a partire da donatore cadavere»

Trapianto di rene a catena a Bari. Gesualdo: «Ecco il primo caso al mondo»

 
La masseria che faceva affari con 2mila piante droga a Lecce

La masseria che faceva affari con 2mila piante droga a Lecce

 

PHOTONEWS