Martedì 14 Agosto 2018 | 19:12

Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno

Un «gioco digitale» contro la sclerosi multipla

Salute & Benessere

Nicola Simonetti

Nicola Simonetti

Vivere in salute: suggerimenti, risposte, piccoli accorgimenti per gestire la propria giornata, l’umore, l’alimentazione, il ricorso a farmaci, come affrontare al meglio gli impegni di lavoro, di responsabilità, il riposo ed il diporto, l’attività fisica. Inoltre, una finestra aperta sulla ricerca, sulle novità che la medicina ci offre ora e ci riserva e promette per il prossimo futuro.

MS-FT, innovativa soluzione high-tech insegna e segue le persone con sclerosi multipla, nell’effettuare, direttamente da casa, l'attività fisica adattata alla sua patologia.

Un gioco (“serio”) digitale come videogames consente loro di svolgere quotidiana attività fisica adattata, sotto monitoraggio del medico il quale controlla dati e situazione fisica del singolo modificando, se e quando necessario, il programma.

Sufficienti un mini-personal computer ed un motion controller per consentire al paziente di veder riprodotto sullo schermo il proprio avatar e riceverne guida negli esercizi che, in MS-FIT, si ispirano al Pilates. Obiettivi, in termini di necessità: postura, equilibrio e respirazione. Lo strumento, grazie all’approccio dell’attività fisica adattata, tiene conto delle esigenze di queste persone, pone attenzione al concetto di fatica, e prevede meccanismi di sfida-premio per invogliare a “proseguire” con gli esercizi, in un ambiente immersivo, ispirato alla metafora del viaggio.

“La sclerosi multipla (colpisce 114mila italiani di età prevalente 20-40 anni) può essere combattuta – dice la prof. Letizia Leocani, ospedale e università San Raffaele, Milano - anche con allenamento ed esercizi fisici e mentali, tanto più efficaci quanto più precoci, anche prima che i danni diventino manifesti. La ridondanza del nostro cervello consente di compensare il danno nervoso senza che i sintomi si manifestino per molto tempo. Potenziare la riserva cognitiva e motoria è fondamentale per rallentare o prevenire la comparsa o la progressione dei disturbi”.

Roche ed Helaglobesrl hanno sviluppato MS-FIT, un progetto che ha visto il coinvolgimento di 12 centri neurologici e studiosi (per la Puglia, dr Paolicelli Damiano, Università, Bari) di tutto il territorio nazionale e di FISM - Fondazione Italiana Sclerosi Multipla.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400